Non esiste solo il DevOps! La filosofia “Ops” si può estendere potenzialmente anche a tutti gli altri reparti aziendali. Ne emerge un nuovo modo di lavorare in cui: sono tutti product owner, pur senza un vero e proprio product owner; gli sviluppatori sono a stretto contatto con il cliente finale; tecnologia e business avanzano di pari passo. Perché la Digital Transformation è ormai un vero e proprio cambiamento del modello di business!

Ne ho parlato nel CTO Show 031 con Alessandro Braga, CDO di Talent Garden.

Fisica, Tecnologia e Business Model: la storia di Alessandro Braga e di Talent Garden

Oggi Alessandro Braga è il CDO (Chief Digital Officer) di Talent Garden, ma il suo percorso è a dir poco eclettico: dagli studi in fisica, all’innamoramento per la programmazione e la tecnologia, fino ad avvicinarsi anche all’altro grande motore della crescita, il business.

Business più Tecnologia: un insieme di skill che lo hanno portato a diventare il Chief Digital Officer del più grande coworking in Europa, che aspira ad essere “un’azienda senza IT”. Cosa significa? Ne parliamo dal minuto 1:15.

Cosa fa un Chief Digital Officer?

Il Chief Digital Officer (CDO) spesso viene associato a un ruolo che ha più a che fare con l’innovazione e il business, che con la tecnologia in senso stretto. In realtà le due cose vanno di pari passo e la tecnologia non può essere completamente delegata, in una realtà come Talent Garden. Il prodotto infatti non è digitale di per sé, ma ha necessità di una forte componente di tecnologia per poter essere fruito. Ne parliamo dal minuto 5:10.

Come far interagire layer fisico e tecnologico

Sono due gli obiettivi per una realtà come Talent Garden: avere sempre a disposizione spazio sufficiente e buone conversazioni. Per questo, è stato naturale cominciare a pensare allo spazio come a un dominio infrastrutturale, come se fosse un sito web con cui l’utente deve interagire.

Un esempio? Si è deciso di non aprire le sale riunioni per più di 2 ore, perché il monitoraggio del livello di ossigeno mostrano che, dopo 2 ore, la qualità dell’aria è tale da rendere poco produttiva una riunione! Ne parliamo dal minuto 7:37.

Quando non c’è Product Owner… sono tutti Product Owner!

Il Product Owner spesso finisce per essere semplicemente una proxy del cliente: in una realtà come Talent Garden, invece, i servizi funzionano se chi li pensa e li sviluppa conosce in prima persona le esigenze dell’utilizzatore. Quindi gli sviluppatori stessi sono a contatto con i clienti Talent Garden e in, un certo senso, gli stessi dipendenti sono a loro volta dei clienti! Ne parliamo al minuto 15:33.

Cosa serve per una vera Digital Transformation?

Le discipline del digitale stanno sempre di più diventando discipline abilitanti per il business: non puoi più fare business se non hai competenze di digital marketing, non puoi più fare delivery, se non hai competenze di logistica.

Da dove partire? Metodologie Agile, UX, gestione di dati e tecnologia, un po’ di basics sulla finanza. Naturalmente scegliendo un verticale in cui specializzarsi! Ne parliamo dal minuto 23:06.

Diventare un’azienda XOps

Come tante rivoluzioni che nascono dalla tecnologia e poi si allargano ad altri ambiti, anche la filosofia DevOps può essere traslata in altri settori, tecnologici e non (tanto che si parla di LegalOps, MarketingOps e non solo). 

Alessandro mi ha raccontato che in Talent Garden si è scelto di usare una metodologia Ops e una pipeline Ops in tutti quei reparti in cui c’è potenzialmente una domanda infinita e un’offerta che, invece, è per natura finita. E in alcuni casi la modalità di lavoro XOps può essere implementata anche per un periodo di tempo determinato!

Ne parliamo dal minuto 33:38.

Cost of Delay e Alta Frequenza

Avere 100 card in backlog è perfetto: significa avere 100 attività che potezialmente generano valore. È importante poi capire che non tutte queste card verranno portate a termine o diventeranno all’atto pratico un task! Il team deve lavorare in modo rilassato e con ritmo costante, per poter sostenere nel tempo un’alta frequenza di rilascio.

Come? Ne parliamo dal minuto 41:08.

Must Learn del CTO Mastermind

  • Good Authority: How to become the leader your team is waiting for di Jonathan Raymond: la cosa migliore che possa fare un leader per il proprio team è tenere l’accountability: se tu sei il problem solver, il tuo team non va avanti da solo!
  • Business for Punks: Break all the Rules di James Watt: dall’ex ammiraglio di navi per la pesca di granchi che si è inventato il più grande birrificio inglese: un libro sul business che è un master in poche pagine.
  • How to Speak Machine: Computational Thinking for the rest of us di John Maeda: imparare a parlare il linguaggio delle macchine è fondamentale: le macchine possono risolvere problemi esponenziali, mentre l’uomo risolve problemi lineari. È importante conoscere i reciproci linguaggi, affinché ognuno possa risolvere i giusti problemi.

Sei un CTO, un Leader Tech o vorresti esserlo? Unisciti al CTO Mastermind!

Vuoi confrontarti con i migliori CTO di tutta Italia? Entra subito nella community CTO Mastermind su Slack, insieme a +300 CTO e Leader Tecnologici da tutta Italia!

The post Rivoluzione XOps e Digital Transformation first appeared on CTO Mastermind.


Leave a Reply

Your email address will not be published.