Tech Management tedesco: curiosità e diversità | Techpreneurs 004 con Mattia Mariselli (Founder di Netstrada)

In questo episodio della rubrica Techpreneurs ho parlato con Mattia Mariselli, founder di Nestrada, delle curiosità e delle diversità dello stile del Tech Management tedesco rispetto a quello italiano.

Principali punti di discussione:

  • La cultura manageriale tedesca.
  • Fare impresa in Germania.
  • Il tech nelle grandi multinazionali in Germania.
  • La scelta di tornare in Italia e fondare la propria startup.

Mattia Mariselli è il Founder di Netstrada SRL, società di ingegneria informatica specializzata in tecnologie web e mobile. Negli ultimi anni è stato Senior Manager Construction Software per Knauf Digital, una società tedesca con base a Monaco di Baviera.

In Netstrada segue i progetti da vicino e spesso assume ruoli come CTO o Head of IT ad interim, supportando le aziende nella strutturazione delle risorse IT. La sua passione per l’innovazione e le applicazioni dinamiche si riflette in progetti focalizzati su user experience e performance. Con il suo team di giovani talenti formati sul suo territorio, affronta ogni sfida con competenze tecniche ampie, sviluppate in oltre 15 anni di esperienza nel settore.

Ascolta questa puntata nel The CTO Podcast:

Oppure guardala su YouTube:

Esplorare le Differenze Manageriali Tech tra Germania e Italia

Nel mondo dinamico dell’innovazione tecnologica e delle startup, ogni paese porta con sé una cultura unica che può influenzare notevolmente il modo in cui le aziende operano e crescono. Oggi, ci immergiamo nelle esperienze di Mattia Mariselli, fondatore di Netstrada, che ha vissuto e lavorato nel settore tech sia in Germania che in Italia. Attraverso il suo percorso, esploriamo le differenze tra la cultura manageriale tech tedesca e quella italiana e cosa possiamo imparare da queste diversità.

Il Percorso di Mattia: Dalla Germania all’Italia

Introduzione a Techpreneurs

Alex Pagnoni introduce la puntata di Techpreneurs, una rubrica del podcast dedicata agli imprenditori tecnologici e alle aziende tech. L’obiettivo è discutere argomenti che toccano sia l’ambito tecnologico sia quello imprenditoriale, aiutando i tecnologi a comprendere meglio il business.

Chi è Mattia Mariselli?

Mattia Mariselli, originario di Senigallia, è cresciuto in una web agency gestita da suo padre. La sua passione per lo sviluppo web lo ha portato a studiare ingegneria informatica e successivamente a trasferirsi a Berlino grazie alla sua doppia cittadinanza italo-tedesca. A Berlino, Mattia ha avuto l’opportunità di immergersi nel mondo delle startup e del tech, lavorando in ambienti agili e comprendendo le differenze tra la cultura lavorativa tedesca e italiana.

Esperienze Lavorative in Germania

Startup a Berlino

All’inizio della sua carriera in Germania, Mattia ha lavorato come senior developer in una startup di Berlino. Qui, ha avuto modo di confrontarsi con pratiche di lavoro agili e metodologie avanzate di gestione dei progetti. Tuttavia, ha anche notato paradossi come l’assenza di automazione nei test, sostituita da tester manuali.

Medio-Grande Azienda a Monaco

Successivamente, Mattia ha accettato un’offerta da una medio-grande azienda a Monaco, dove ha ricoperto il ruolo di team leader. In questa posizione, ha avuto modo di comprendere l’importanza dell’investimento nelle risorse umane e tecnologiche, osservando da vicino gli effetti del technical debt e la gestione di grandi volumi di traffico e vendite.

Esperienze di Gestione

Nel corso degli anni, Mattia è cresciuto professionalmente, diventando engineering manager e gestendo team di sviluppo distribuiti in vari paesi, tra cui Germania, Spagna e India. Questa esperienza gli ha permesso di acquisire una visione approfondita dei processi aziendali e delle dinamiche culturali nelle grandi corporation.

Confronto tra Cultura Manageriale Tedesca e Italiana

Organizzazione e Puntualità

Una delle prime differenze che Mattia ha notato riguarda l’organizzazione e la puntualità. In Germania, la puntualità è un valore fondamentale, e i meeting sono rigorosamente rispettati sia nei tempi di inizio che di fine. Questa precisione facilita la pianificazione e la previsione dei lavori, riducendo il caos e l’incertezza.

Approccio Internazionale

Le aziende tedesche sono spesso molto internazionali, con un ambiente di lavoro che accoglie persone da tutto il mondo. Questo favorisce un’apertura mentale e una maggiore adozione di tecnologie e tendenze globali. In Italia, invece, molte aziende tendono a rimanere più chiuse e orientate verso l’interno, limitando l’adozione di nuove tecnologie.

Benefici Aziendali e Ambiente di Lavoro

Mattia ha riscontrato che in Germania è comune offrire benefici aziendali come caffè gratuito, frutta fresca e ambienti di lavoro ben curati. Questi benefici contribuiscono a creare un ambiente di lavoro positivo e motivante. In Italia, invece, tali pratiche non sono altrettanto diffuse.

Gerarchia e Gestione dei Team

Un’altra differenza significativa riguarda la gerarchia aziendale. In Germania, molte aziende adottano una gerarchia piatta, con team autogestiti. Tuttavia, Mattia ha notato che questo approccio funziona meglio in team con alta seniority e conoscenza reciproca. In Italia, invece, si tende ad avere una gerarchia più strutturata.

Lezioni e Riflessioni

Investire nella Qualità

Una delle lezioni più importanti che Mattia ha appreso è l’importanza di investire nella qualità, sia delle risorse umane che dei processi tecnologici. In Germania, le aziende sono disposte a spendere di più per garantire la stabilità e l’efficienza dei loro sistemi, mentre in Italia spesso si tende a risparmiare, compromettendo la qualità.

Adattabilità e Flessibilità

Nonostante le differenze culturali, Mattia ha riconosciuto il valore dell’adattabilità e della flessibilità degli italiani. Questa capacità di adattamento può essere una risorsa preziosa se combinata con una maggiore serietà e strutturazione dei processi.

Creare un Ambiente di Lavoro Motivante

Infine, Mattia sottolinea l’importanza di creare un ambiente di lavoro motivante e positivo, che valorizzi i talenti e favorisca l’innovazione. Questo include offrire benefici adeguati, curare gli ambienti di lavoro e adottare pratiche manageriali che promuovano la puntualità e l’organizzazione.

Conclusione

L’esperienza di Mattia Mariselli ci offre uno spaccato affascinante delle differenze tra la cultura manageriale tech tedesca e quella italiana. Ogni cultura ha i suoi punti di forza e debolezza, e c’è molto da imparare da entrambe. Implementando le migliori pratiche osservate in Germania, le aziende italiane possono migliorare la loro efficienza e qualità, contribuendo così a creare un ambiente tecnologico più competitivo e innovativo.

Connettiti e confrontati con i tuoi pari

Entra in CxO Mastermind, dal 2018 la Community originale dei Business e Technology Executives italiani. Connettiti con i tuoi pari, confrontati sulle tue priorità, prendi decisioni migliori e accedi a strumenti, contenuti ed eventi esclusivi.

More Similar Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere