developer experience cirpo cinelliMettere il team tech nelle condizioni ottimali per svolgere il proprio lavoro: è questo il cuore della Developer Experience. La DX non riguarda semplicemente il tooling ma ha a che fare con le persone, con le loro modalità di lavoro, di accesso ai dati e di scambio di informazioni.

Allora come aiutare il proprio team a lavorare meglio con le best practice di Developer Experience? Ne ho parlato nel CTO Show 029 con Alessandro Cirpo Cinelli, Head of Engineering per il reparto DX di DAZN a Londra.

Oltre i confini con la community: la storia di Alessandro Cinelli

Alessandro Cinelli, conosciuto nel nostro ambiente come Cirpo, mi ha raccontato le sue prime esperienze come sviluppatore (all’epoca si parlava di web master, ora diremmo full stack developer), in Italia e poi in giro per il mondo fra Malesia, Dubai e Londra dove ora lavora per DAZN. Una storia di crescita continua, anche grazie ai forti legami che nascono grazie alle community di settore. Ne parliamo dal minuto 1:19.

Rivalutare il ruolo del Manager Tech

Le più grandi sfide di un manager in ambito tecnologico non hanno a che fare con la tecnologia. La gestione delle persone è sempre fra gli aspetti più complessi, in particolare quando ci sono delle differenze culturali da comprendere e armonizzare.

Se nel tempo il ruolo del manager è stato “ostracizzato” e considerato semplicemente uno step di burocratizzazione, ora è il momento di riscoprire la leadership tecnica e comprendere il ruolo fondamentale che gioca sulla performance del team. Ne parliamo dal minuto 6:09.

Best Practice di Developer Experience

Per prima cosa: cos’è la Developer Experience (DX)? Può essere intesa in due accezioni:

  • DX come UX per lo sviluppatore (quindi ad esempio in termini di API e di sviluppo di piattaforme che devono essere utilizzate a loro volta da sviluppatori);
  • DX come gestione dell’esperienza dei team di sviluppatori interno.

È sulla seconda di queste accezioni che ci siamo soffermati con Alessandro, con piena consapevolezza che, anche se non tutte le aziende possono avere un team interno di DX, a tutti i leader possono essere utili i concetti e le best practice di base.

Ne parliamo dal minuto 12:50.

Onboarding e Developer Experience

La fase di Onboarding è sempre molto delicata: è possibile migliorarla grazie a una corretta Developer Experience? Sicuramente sì, rendendola più fluida e prendendo in considerazione tutti gli elementi informativi necessari al membro del team in ingresso. Ne parliamo dal minuto 18:57.

Data Driven DX: KPI da monitorare e feedback da richiedere

Come misurare davvero l’effetto che la DX ha sulle performance e sulla soddisfazione del team interno? E dove iniziare a implementarla? Naturalmente, non ci sono formule magiche, ma con Alessandro ho parlato di come richiedere i giusti feedback agli sviluppatori, come raccogliere dati e quali KPI monitorare (e comunicare al business!). Ne parliamo dal minuto 25:09.

Servant Leader e Performance del Team

Uno degli impatti principali della DX è sicuramente mettere in grado il team di performare al meglio. Dall’altra parte, se l’obiettivo è la performance ci sono anche altri elementi da tenere in considerazione: il manager deve essere in grado di mettere in primo piano il team (agendo da Servant Leader, appunto), responsabilizzando le persone e creando un clima sicuro in cui lavorare. Ne parliamo dal minuto 36:57.

Sviluppatori: quanto è importante la gavetta?

Il mercato del lavoro IT è in un momento di grande fermento: c’è tanta ricerca e tanto turn over, gli sviluppatori cambiano azienda come schegge impazzite e spesso questi cambiamenti coincidono con scatti di ruolo e responsabilità. Ma senza gavetta, come si accumula l’esperienza necessaria? Ne parliamo dal minuto 56:06.

Must Learn del CTO Mastermind

  • Powerful: creating a culture of freedom and responsibility di Patty McCord: la Chief Talent Officer che ha contribuito alla creazione della cultura aziendale di Netflix, racconta l’importanza di trattare tutti i membri del team come adulti, responsabilizzandoli e abilitandoli a svolgere al meglio il proprio lavoro.
  • The Engineering Manager’s Path di Camille Fournier: un libro per chiarire davvero cosa fa un manager e perché è una figura fondamentale, rivalutando il valore della leadership in un’azienda tech.

Sei un CTO, un Leader Tech o vorresti esserlo? Unisciti al CTO Mastermind!

Vuoi confrontarti con i migliori CTO di tutta Italia? Entra subito nella community CTO Mastermind su Slack, insieme a +270 CTO e Leader Tecnologici da tutta Italia!

The post Perché investire in Developer Experience? first appeared on CTO Mastermind.


Leave a Reply

Your email address will not be published.