Deployment frequency: cos’è e come migliorarla?

Techpreneurs Podcast 011

Hai mai sentito parlare di frequenza di sviluppo? (o frequenza di rilascio del codice).

In breve, si tratta del lasso di tempo che intercorre tra il rilascio di una feature e l’altra. Ad esempio, un team tech può rilasciare codice (possibilmente funzionante) una volta al mese, a settimana o, idealmente, al giorno.

Tenere monitorata la frequenza di sviluppo della propria tech company o software house significa avere il controllo sull’intero business.

Come immaginerai, più alta è la frequenza di rilascio di codice e meglio è.

Eppure, mi capita sempre più spesso di parlare con CEO e founder che non conoscono questo dato della propria azienda. O meglio, non conoscono i fattori che lo determinano.

Questi possono essere tantissimi e di vario genere. Quelli che mi è capitato di vedere più spesso però sono:

  • Architettura del software non adatta al business model o alla configurazione del prodotto (es. microservizi vs. monolite: non è detto che l’architettura a microservizi sia sempre quella ottimale per tutte le aziende. È importante valutare bene caso per caso);
  • Cultura del lavoro e pratiche ingegneristiche non adatte al team e che non permettono di rilasciare codice velocemente;
  • Mancanza di test sul codice, che non consentono il rilascio rapido di codice funzionante.

C’è da dire infatti, che se da un lato è importante che il codice venga rilasciato con una maggiore frequenza, dall’altro è altrettanto importante che questo sia funzionante! Converrai con me che rilasciare nuove funzionalità mal funzionanti al tempo della luce è inutile se queste si rompono con la stessa velocità con cui vengono create.

Ricorda sempre che quando si parla di Tech Company e/o Software House la tecnologia è il cuore del business.

Conoscere questi dati e migliorare questi aspetti significa dare un boost all’intero business, migliorando il time to market, la soddisfazione dei clienti e, di conseguenza, anche il fatturato della tua azienda.

Ecco perché dovresti effettuare periodicamente dei controlli sullo stato di salute del tuo team tech e sul suo operato.

Se prese in tempo, le pratiche di lavoro sbagliate possono essere corrette ed è possibile ridirezionare il business sulla giusta strada. L’importante è non chiudere gli occhi davanti ai primi segnali di allarme lanciati dalla nostra azienda, dal nostro team, dal mercato e/o dai nostri clienti.

Procrastinare è deleterio.

Controlla subito lo stato di salute del tuo team tech con un team di professionisti esterni che hanno gestito decine di situazioni simili in più realtà -> https://teamcheckup.it

Per approfondire l’argomento, guarda il video!

La frequenza di rilascio della tua azienda è ottimale?

Tags: ,